permalink

0

Pendolari: le ultime sul Servizio Ferroviario Regionale

 

Dopo un incontro pubblico che si è tenuto a Melegnano e aver raccolto alcune informazioni in Regione, la situazione, per quanto riguarda il servizio ferroviario pendolare, è la seguente.

 

1) I lavori infrastrutturale alla stazione di Rogoredo sono completati. Nulla osta a prolungare il servizio della linea S1 proveniente da Saronno fino alla stazione di Lodi. Il servizio è programmato per la frequenza di un treno ogni 30’ lungo tutto l’arco diurno.

 

2) Permangono invece delle difficoltà per la prevista intensificazione del servizio (un treno ogni 15′) sulla tratta Rogoredo-Melegnano, perché occorrerebbe un adeguamento dei binari nella stazione di Melegnano.

 

3) Funzionari regionali del settore Trasporti hanno confermato che l’attivazione del servizio, inizialmente prevista per il 31 dicembre 2008, è stata posticipata di alcuni mesi a causa di ritardi nella fornitura dei treni necessari (si tratta dei nuovi TSR-Treni Servizio Regionale, già utilizzati sul resto della tratta; sono elettrotreni moderni a due piani, abbastanza buoni dal punto di vista meccanico, ma non perfetti per altri aspetti come la disposizione dei posti e i tempi di apertura delle porte).

 

4) Regione e RFI stanno discutendo del “Contratto di servizio” che regola i rispettivi rapporti: la prima vorrebbe attivare i nuovi servizi e migliorare quelli esistenti; la seconda chiede molti più soldi (+ 40%) per continuare a fare i suoi vecchi, scadenti servizi. L’assessore ai Trasporti della Regione, Raffaele Cattaneo, ha firmato un pre-accordo non molto favorevole per la stessa Regione, con il quale si fissano le quantità prodotte (percorrenze chilometriche dei treni), ma non le risorse allocate.

 

5) La vicenda è complicata dal fatto che per la S1 la Regione ha acconsentito che il servizio venisse gestito da una ATI (Associazione temporanea di imprese) formata da Trenitalia, FNM ed ATM, fatto questo che autolimita la possibilità di disporre di operatori più efficienti.

Attendo proposte, iniziative e informazioni.

Inoltre c’è un gruppo di discussione su Facebook “Più treni per i pendolari”

 

Lascia un commento

Required fields are marked *.