permalink

0

L’inganno di Bellomo. Dopo le elezioni aumentate le tasse del 60%. L’addizionale Irpef da 05 a 0,8%

La maggioranza di destra del Consiglio comunale innalza l’addizionale Irpef da 0,5 a 0,8%. A pagare saranno i lavoratori a reddito fisso e i pensionati. Alla stampa il Sindaco racconta bugie dando la colpa al Governo. In realtà, ha sbagliato il bilancio gonfiando gli oneri di urbanizzazione.

Il regalo della Giunta ai cittadini di Melegnano – Dopo l’aumento dell’IMU sulla seconda casa (8,6 per mille), arriva la nuova stangata sull’addizionale Irpef che porta l’aliquota da 0,5 a 0,8%. Un aumento del 60% delle tasse. Bellomo racconta bugie – I veri motivi non sono i tagli del Governo (come affermato dal Sindaco alla stampa), bensì le minori entrate da oneri di urbanizzazione, pari a 725 mila euro, come scritto nella delibera comunale. La Giunta ha sbagliato il bilancio – Per il quinto anno consecutivo Bellomo e la sua giunta hanno sbagliato il bilancio di previsione, usando imprudentemente, per chiudere il bilancio 2012, una quota eccessiva di oneri di urbanizzazione che la Giunta sapeva che non sarebbe stata riscossa. Amministratori improvvisati – Nonostante amministrino da cinque anni, non è credibile che la Giunta abbia effettuato una previsione di entrata di oneri così sbagliata. Tra l’altro, con Bellomo sindaco, dal 2008 al 2012, l’addizionale comunale sull’Irpef è sempre cresciuta. Cosa si doveva fare – La Giunta doveva correre ai ripari svolgendo un’analisi puntuale delle voci di bilancio, agendo sulla spesa, valutando le maggiori entrate accertate (che esistono), senza chiedere altri soldi ai melegnanesi.

Dopo le  elezioni e dopo aver incassato la fiducia degli elettori, i cittadini vengono raggirati da un Sindaco e una Giunta incompetenti.

Melegnano, luglio 2012

Lascia un commento

Required fields are marked *.