permalink

0

Piano territoriale provinciale: entro il 9 settembre le osservazioni. Serve difendere l’agricoltura del Parco Sud

Gli ambiti agricoli del Ptcp secondo la proposta della giunta provinciale di centrosinistra

Il 9 settembre scandono i termini per la presentazione delle osservazioni al Piano territoriale di coordinamento provinciale (Ptcp). Nel documento che segue si spiega che cos’è il Piano, quali sono i suoi contenuti, quali le criticità e anche le modalità di consultazione dei documenti che accompagnano la delibera di adozione e di presentazione delle osservazioni.

IL PIANO PROVINCIALE, LE POLITICHE TERRITORIALI, I SINDACI E LA POLITICA

L’iter del Piano – Il 7 giugno scorso il Consiglio provinciale, a maggioranza, ha adottato il Piano territoriale di coordinamento provinciale. L’11 luglio scorso il Piano è stato pubblicato sul Burl. Il 9 settembre scadono i termini per la presentazione delle Osservazioni. Entro l’anno il Piano dovrebbe ritornare in Consiglio per l’approvazione definitiva.
I principali contenuti – Il Piano, nel puntare al policentrismo metropolitano, conferma le previsioni infrastrutturali contentute nelle legge Obiettivo riguardanti il territorio provinciale (Pedemonta, Brebemi, Tangenziale est esterna), mentre rinuncia (grazie all’opposizione di comitati locali e sindaci) a prevedere il nuovo tracciato della Toem (tangenziale ovest esterna milanese), da Melegnano a Boffalora, inizialmente proposto. Il Piano non punta come dovrebbe al rafforzamento delle rete ecologica provinciale attraverso i parchi locali di interesse sovracomunale (Plis) e il progetto strategico di Dorsale Verde. Pone obiettivi propagandistici sul consumo di suolo, pur sapendo che tale importante tema non ha, per legge regionale, carattere di prescrittività per i Comuni e per i loro Piani di governo del territorio (Pgt). Ma soprattutto rinuncia a pianificare gli ambiti agricoli strategici (aas) nelle aree di parco regionale, limitandosi alle sole aree al di fuori di essi. In questo modo, le aree dedite all’agricoltura all’interno delle are protette milanesi (Agricolo Sud Mlano, Ticino, Groane, Adda Nord) non avranno una tutela adeguata, così come invece prevede la legge regionale (la 12 del 2005). Una tutela avente forza cogente rispetto ai Piani di governo del territorio. La Provincia, con il suo Ptcp, rinuncia a pianificare e a tutelare le aree agricole della campagna produttiva milanese: rinuncia  a una prerogativa forte, di legge, in grado di superare le previsioni della pianificazione urbanistica comunale. Il Piano, sul tema degli ambiti agricoli, presenta quindi preoccupanti passi indietro rispetto alla proposta (poi non adottata) del centrosinistra al governo della Provincia di Milano.

Gli ambiti agricoli nel Piano adottato dal centrodestra. Nessuna previsione nelle aree di parco regionale.

Il voto in consiglio provinciale – In Consiglio, il centrosinistra, sul voto di adozione, si è diviso: Sinistra ecologia Libertà, Fed.della Sinistra e Italia dei Valori hanno votato contro; il Partito Democratico è uscito dall’aula (che equivale a un’astensione), l’Udc si è astenuta. Il Pd non ha  condiviso i numerosi emendamenti presentati da Sel, Fed.della Sinistra e IdV proprio sul tema degli ambiti agricoli.
La Conferenza dei Comuni – I sindaci, nella Conferenza dei Comuni del 19 gennaio scorso, hanno dato via libera alla proposta di Piano della Provincia, esprimendo un parere nel quale si rimetteva alla volontà dei Comuni, nella fase delle osservazioni, di avanzare alla Provincia proposte di individuazione degli a.a.s. (va detto che, grazie al cambio di amministrazione del Comune di Milano, il centrosinistra ha la maggioranza dei voti della Conferenza).
Il Consiglio provinciale – Il Consiglio ha anche approvato una mozione proposta dal Pd (sottoscritta anche da Sel, Federazione e IdV nella logica della “riduzione del danno”) con la quale si impegnava l’amministrazione provinciale ad avanzare, nella fase delle osservazioni, una proposta di individuazione degli ambiti agricoli strategici. Operazione che è avvenuta e sta avvenendo in queste settimane con gli incontri tra sindaci dei Comuni e assessorato al Territorio provinciale.
Il nodo del problema – In realtà, la questione sarebbe semplice e risolvibile con facilità, così come si è cercato di fare con gli emendamenti in fase di adozione del Piano. Basterrebbe inserire nelle Norme tecniche un’osservazione con la quale si afferma che il Ptcp recepisce, nell’individuazione degli a.a.s., le aree agricole definite dai Piani territoriali dei parchi regionali insistenti nel territorio milanese. Non procedere in tale direzione – peraltro indicata espressamente dalla legge regionale 12/2005 e già seguita dall’amministrazione provinciale di centrosinistra al governo della Provincia dal 2004 al 2009 – offre ai Comuni, soprattutto a quelli appartenenti al Parco Agricolo Sud Milano, meno vincoli in materia di pianificazione territoriale.
Il Parco Agricolo Sud Milano – Sullo sfondo delle questioni territoriali c’è il futuro del Parco Agricolo Sud Milano (Pasm). Il tema del Piano territoriale di coordinamento provinciale (Ptcp) si incrocia con quello della variante generale al Ptc del Parco. Nel senso che la Provincia e il Parco (entrambi amministrati dal centrodestra) intendono mettere mano alla Variante al Piano territoriale del Parco Sud, vigente dall’agosto del 2000. Motivando tale decisione con il tempo trascorso da allora e con l’esistenza di numerose richieste di modifica dei confini e delle destinazioni. La procedura di variante al Ptc del Parco è stata da tempo avviata e si tratta di un appuntamento cui guardano con interesse molti sindaci dei comuni del Parco. La Provincia, in definitiva, sta agendo su due leve, quella della modifica del Pct del Parco e quella dell’approvazione definitiva del Ptcp della Provincia, che proprio sugli ambiti agricoli delle aree di Parco lascia mano libera alla Provincia e ai Comuni.

Milano, 6 agosto 2012

Per consultare la Relazione generale, le Norme tecniche e le Tavole del Piano territoriale adottato clicca su http://www.provincia.mi.it/pianificazione_territoriale/piano_territoriale/Adeguamento_in_corso/PTCP_adeguato_LR12.html

Per le modalità di inoltro delle Osservazioni, consulta pagina 95 del seguente link http://www.provincia.mi.it/export/sites/default/pianificazione_territoriale/piano_territoriale/Adeguamento_in_corso/pdf/Burl_SAC28_11-07-2012.pdf

 

Lascia un commento

Required fields are marked *.