permalink

0

A Melegnano sforato il patto di stabilità

Nel corso del mese di gennaio l’amministrazione comunale di Melegnano ha ammesso lo sforamento del patto di stabilità 2012. Il sindaco e l’assessore al Bilancio hanno dichiarato che erano in corso le opportune verifiche da parte degli uffici per determinare l’effettiva situazione e la portata del mancato rispetto.

Da allora da Palazzo Broletto non è arrivato nessun annuncio. Eppure, nell’ambito delle normali azioni di controllo, il Comune è tenuto a effettuare il monitoraggio semestrale del rispetto del patto di stabilità alla data del 31 gennaio e a inviarne le risultanze al Ministero dell’Economia e delle Finanze.

Il sindaco Vito Bellomo, forse troppo impegnato nella campagna elettorale a sostegno dei candidati del Pdl in Regione e al Parlamento, si è dimenticato di informare i cittadini su una questione così importante: lo stato dei conti del Comune.

Lo sforamento del patto ha conseguenze devastanti per Melegnano. Consistenti tagli dei trasferimenti dallo Sato al nostro comune, impossibilità di contrarre mutui e di assumere personale, taglio dei servizi (il primo assaggio l’abbiamo già avuto a inizio anno con la soppressione del servizio comunale di autobus), probabilmente nuove tasse e aumenti tariffari.I cittadini e il Consiglio comunale, che dovrà assumere i provvedimenti conseguenti, devono essere immediatamente informati di una situazione che può rivelarsi molto penalizzante per la città.

A questo punto all’assessore al Bilancio Marco Lanzani non resta che la strada delle dimissioni immediate.

Lascia un commento

Required fields are marked *.