permalink

0

PERDONO / Fiera di tutti o del Sindaco?

FIERA DEL PERDONOAlcuni giorni fa, i gruppi consiliari di centrosinistra in consiglio comunale (Sinistra Ecologia Libertà, Partito Democratico e Centrosinistra Melegnano) hanno raccolto le firme per convocare il consiglio comunale e discutere di Fiera del Perdono. Un gesto straordinario (la convocazione del Consiglio comunale da parte dei consiglieri) per un fatto normale (discutere in Consiglio di Fiera). Per discutere, cioè, di un evento che appartiene, per storia e tradizione, all’intera comunità melegnanese. Sindaco, giunta e maggioranza di destra pensano invece che la Fiera sia affare loro. Ed è per questo motivo che hanno deciso di:  1) sciogliere il Comitato Fiera (organismo composto anche dalle associazioni, che da anni accompagnava e aiutava l’amministrazione comunale nella costruzione del programma della Fiera); 2) non discutere, né in Consiglio né tantomeno in Commissione consiliare, lo stato di avanzamento della Fiera, compresi i conti dell’edizione del 2012. Per i nostri attuali amministratori la Fiera, insomma, è cosa loro! Ecco spiegati i motivi di un’iniziativa eccezionale, che raramente viene utilizzata, da parte delle minoranze di centrosinistra (silenzio invece da parte del gruppo consiliare di “Insieme Cambiamo”, che poco o nulla ha detto sul tema). Per questa amministrazione la Fiera, da evento della comunità, diventa vicenda privata, a tal punto che anche le benemerenze, simbolo di riconoscenza della città verso singole persone o associazioni di volontariato, diventano riconoscimenti decisi in famiglia. Credo che la Fiera del Perdono appartenga all’intera comunità di Melegnano, alle sue associazioni, alle sue categorie, ai suoi quartieri.Tocca ora ai consiglieri di centrosinistra  fare proposte e iniziative perché la Fiera ritorni a essere “cosa pubblica” e non gestione privata. Personalmente un’idea l’ho e la presenterò in una mozione nel primo consiglio comunale che si terrà dopo Pasqua.

Pietro Mezzi (Consigliere comunale) 

 

Lascia un commento

Required fields are marked *.