permalink

0

MELEGNANO / UN ANNO DI INCENDI DOLOSI: SERVE UN DIBATTITO PUBBLICO

Nella conferenza dei capigruppo di ieri sera ho chiesto di discutere nuovamente degli avvenimenti che nell’ultimo anno hanno caratterizzato la vita della nostra città. Vale a dire degli espisodi inquietanti che hanno colpito alcune attività commerciali: l’incendio doloso della tabaccheria di via 23 Marzo, le pistolettate notturne di viale Lombardia, l’altro incendio doloso di via Vittorio Veneto, i recenti incendi notturni a due automobili.
Alla riunione – presenti sindaco, presidente del consiglio comunale e tutti i capigruppo consiliari – ho proposto due iniziative. La prima rivolta a conoscere, dopo l’incontro avuto nel mese di settembre con il maresciallo dei carabinieri, lo stato delle indagini su questi episodi, attraverso un incontro il comando dei carabinieri di San Donato Milanese, che conduce le indagini, e il Prefetto di Milano, che conosce il fenomeno della presenza mafiosa nel territorio metropolitano. Ho anche proposto, per una presenza attiva delle istituzioni, che il consiglio comunale promuovesse un incontro pubblico sul tema, alla presenza sia delle forze dell’ordine sia di altri sindaci della zona alle prese, nei loro comuni, con i fenomeni mafiosi, più o meno rilevanti. Sono convinto che, rispetto a questi fatti, il silenzio rappresenti un grave errore. Serve parlarne, per conoscere e rafforzare il senso di comunità. Tacere, come qualcuno propone, è commettere un errore politico. Non si difende il buon nome della città negando i fatti, ma affrontandoli a viso aperto. La prima proposta non è stata condivisa da tutti, mentre per la seconda si è riscontrata la disponibilità anche di alcuni esponenti della maggioranza. E’ un piccolo passo avanti, anche se immagino non sarà semplice rompere la cortina di silenzio della politica.

Lascia un commento

Required fields are marked *.