permalink

0

SMOG, APPELLO AI SINDACI DELLA CITTA’ METROPOLITANA: “ADERITE AL PROTOCOLLO REGIONALE SULLA QUALITA’ DELL’ARIA”

In occasione della Conferenza dei comuni dello scorsa settimana, ai sindaci della Città metropolitana di Milano ho chiesto un impegno supplementare finalizzato a sottoscrivere il “Protocollo della qualità dell’aria”, che il 24 ottobre scorso Regione Lombardia, Arpa Lombardia, Anci Lombardia e diversi enti locali, tra cui il comune di Milano, Città metropolitana e i capoluoghi di provincia lombardi, hanno firmato.
Il motivo è noto: la situazione della qualità dell’aria a Milano e nella zona ricompresa in molte aree della Lombardia è preoccupante e i giorni di sforamento dei limiti massimi ammessi sono ormai numerosi e impongono l’adozione di misure straordinarie a garanzia delle condizioni della salute dei cittadini e dell’ambiente più in generale.
A oggi sono ancora pochi i Comuni della Città metropolitana che hanno sottoscritto il protocollo: tredici, compreso il comune di Milano, anche se ci risulta che altri stanno assumendo i provvedimenti necessari per aderire al Protocollo.
Come è noto tale Protocollo è su base volontaria, ha carattere sperimentale e ha durata sino al 15 aprile 2017. È rivolto prioritariamente ai Comuni lombardi appartenenti agli Agglomerati di Milano, Bergamo e Brescia e alla zona A (pianura ad elevata urbanizzazione) e alla zona B (pianura) e definisce gli impegni a carico di ciascuna della parti coinvolte. I comuni vi possono aderire anche successivamente al suo avvio, trasmettendo la richiesta ai Comuni capoluogo aderenti, ad Anci Lombardia e a Regione Lombardia.
Sono consapevole delle difficoltà che i Comuni incontrano per quanto concerne l’attuazione dei provvedimenti contenuti nel Protocollo, in particolare quelli relativi alla limitazione del traffico veicolare e al loro controllo, e per quanto concerne i limiti esistenti della rete del trasporto pubblico nell’area vasta milanese. Ciononostante, chiedo ai sindaci un ulteriore sforzo, anche in presenza di una settimana cruciale come quella che è appena iniziata.
Vi anticipo che sul tema della qualità dell’aria e del contrasto dell’inquinamento in ambito locale intendo dedicare impegno e iniziative concrete nel corso dei prossimi mesi e del mandato conferitomi dal sindaco metropolitano lo scorso 26 ottobre.
Un impegno che parte dall’attuare i punti dell’articolo 5 del Protocollo, che stabilisce i compiti di Città Metropolitana:
1) promuovere l’adesione al presente Protocollo da parte dei Comuni ricadenti nell’ambito di competenza territoriale, applicando, laddove possibile, il criterio della continuità territoriale, al fine di evitare le cosiddette “macchie di leopardo”;
2) coordinare l’avvio e l’attuazione delle misure temporanee e omogenee tra i Comuni ricadenti nell’ambito di competenza territoriale utilizzando l’applicativo pubblicato sul sito regionale;
3) trasmettere a Regione Lombardia i dati relativi alle attività di controllo rendicontate dai Comuni aderenti (articolo 6 – Impegni dei Comuni aderenti).
Pertanto, sono fin da subito a chiedere ai sindaci dei comuni della Città metropolitana di Milano, oltre all’impegno di sottoscrivere il Protocollo, di inviare alla Direzione Ambiente della Città Metropolitana i dati relativi al numero dei controlli effettuati e delle sanzioni comminate.
Sul tema della rendicontazione conto a breve di inviare ai Comuni aderenti una specifica richiesta con la quale definire contenuti e modalità di tale attività.
Nel ringraziarvi dell’attenzione e della collaborazione, vi anticipo che su questo tema Città Metropolitana intende fin da subito lavorare per migliorare i contenuti degli accordi istituzionali attualmente vigenti: per raggiungere questo obiettivo c’è bisogno della vostra indispensabile collaborazione. Che vi chiederò a partire dalle prossime settimane e mesi.
Con i migliori saluti.
Buone feste!
Pietro Mezzi
Consigliere della Città Metropolitana con delega all’Ambiente

Lascia un commento

Required fields are marked *.